FINCHE' MORTE NON CI SEPARI

Carpi, Modena

Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi presenta,

dal 18 al 26 Marzo 2017
 

Roberta Savani e stella (Stefania Gagliano)

Finchè morte non ci separi

 

Inaugurazione alla presenza delle artiste
Sabato 18 Marzo, ore 18:00

Orari
Domenica 19 Marzo: 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:30
Chiuso lunedì 2 Marzo
21-22-23-24 Marzo: 11:00 - 19:00
25-26 Marzo: 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:30

Dove

Saletta Pubblica Fondazione CR Carpi

Corso Cabassi, 4 - Carpi MO

Stefania Gagliano website

www.stefaniagagliano.com

Download comunicato stampa

 Download locandina 

 

----------------------------
 

Allora il Signore disse al serpente: "Poiché tu hai fatto questo, sii maledetto fra tutti gli animali e tutte le bestie della campagna; striscerai sul tuo ventre e mangerai la polvere per tutti i giorni della tua vita! Io porrò inimicizia fra te e la donna, fra la tua discendenza e la sua; essa ti schiaccerà il capo e tu la insidierai al calcagno". Poi disse alla donna: "Moltiplicherò le doglie delle tue gravidanze; partorirai i figli nel dolore, tuttavia ti sentirai attratta con ardore verso tuo marito, ed egli dominerà su di te". Infine disse all’uomo: "Poiché hai ascoltato la voce di tua moglie e hai mangiato dell’albero del quale ti avevo proibito di mangiare, sia maledetta la terra per cagion tua; con fatica trarrai da essa il nutrimento per tutto il tempo di tua vita; essa ti produrrà spine e triboli; ti nutrirai dell’erba dei campi. Col sudor di tua fronte mangerai il pane, finché ritornerai dalla terra da cui sei stato tratto, poiché tu sei polvere e in polvere ritornerai!".  - Genesi 3, 14-19                                                                                                                                                                                  

(questa citazione è stata scelta da Stefania Gagliano)

 

"Terza legge fondamentale : la legge della Vibrazione "Niente riposa; tutto si muove, tutto vibra."

Il Kybalion

 

"Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma."

Antoine-Laurent de Lavoisier

 

“Un inizio non scompare mai, nemmeno con il finale.”

Harry Mulisch

 

(queste citazioni sono state scelte da Roberta Savani)

“La morte è solo un cambio d’abito”, sostiene Roberta Savani.

E’ buffo: se dovessi definire la morte direi che è la condanna inevitabilmente inflittaci dalla vita.

 

Direi che il nostro primo respiro è stato il nostro primo passo verso la morte, che siamo in corruzione, giorno dopo giorno. La morte non è il punto della questione dei miei lavori. Piuttosto lo è la mutevolezza, non solo fisica e quindi oggettiva ma anche e soprattutto del nostro io più intimo, delle nostre emozioni, del nostro sentire, della nostra percezione e visione del mondo.

 

Vanità in quanto tutto ciò che ci compete è destinato a corrompersi, a non esserci più, a venire sostituito da un nuovo pensiero o da un nuovo stato d’animo…o dalla polvere. Nel fluire, nella mutevolezza, credo esista un forte punto di contatto con Roberta. L’approdo in lei non sarà certo però un disfacimento. Piuttosto una trasformazione. La vanità, la mutevolezza, il cambiamento, hanno una meta ben precisa. In lei non vi è perdita ma transizione di energie.

 

Secondo Roberta Savani: “La Vita terrena è il gradino più basso, il Corpo Fisico (che fisico di fatto non è ma è soltanto Energia), la Forma più pesante che ci impedisce e ci limita in quelle che sono le nostre immense potenzialità e margini di manovra. I nostri poteri sopiti quando abbiamo consapevolmente scelto di intraprendere quest’avventura, quando ci libereremo, torneranno a riaffiorare dai recessi della memoria e ricordare cancellerà la Paura della Morte fisica.

 

Niente Tempo niente Spazio nessuna Fine.” La morte è solo un cambio d’abito proprio perchè il corpo è solo un impedimento, una costrizione al nostro spirito, che avrebbe in sé tutta la potenzialità di volare se solo non fosse così ancorato alla terra, se non si abituasse a calzare quel manto fatto di carne e di ossa, se si concedesse alla sua grandezza. Secondo Roberta quando muore qualcuno non è la persona che stiamo perdendo ma solo il suo “involucro”. Secondo me invece anima e corpo non sono assolutamente due entità sconnesse. Anzi l’anima è solo uno dei tanti nomi che l’uomo ha dovuto inventarsi per consolarsi della propria finitezza. “Finchè morte non ci separi” non allude a una promessa ma a una sostanziale divergenza di opinioni che io e Roberta abbiamo riscontrato nel percorso dialogico intrapreso in questi mesi di conoscenza.

 

Da questo contrasto ha preso vita la dialettica, dalle nostre differenze il reciproco arricchimento.

 

stella (Stefania Gagliano)

Ringraziamo il Sig. Po Ivo, Gaetano Zanoli, Rita e le nostre famiglie.

Un ringraziamento speciale ad Arianna Martinelli per la traduzione del testo in inglese.

 

Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi presents,

from 18th to 26th March 2017
 

Roberta Savani and stella (Stefania Gagliano)

Till death do us part

 

Opening in the presence of the artists
Saturday 18th March, 06 pm

Hours
Sunday 19 March: 10 am - 01 pm / 03:30 pm - 07:30 pm
Monday 2 March: closed
21-22-23-24 March: 11 am - 07 pm
25-26 March: 10 am - 01 pm / 03:30 pm - 07:30 pm

Where

Saletta Pubblica Fondazione CR Carpi

Corso Cabassi, 4 - Carpi MO - Italy

Stefania Gagliano website

www.stefaniagagliano.com

Download press release

 Download flyer 

 

----------------------------
 

So the Lord God said to the serpent: "Because you have done this, cursed are you above all livestock and all wild animals; you will crawl on your belly and you will eat dust all the days of your life! I will put enmity between you and the woman, between your seed and her seed; she will strike your head, and you will strike her heel”. Then he said to the woman, "I will greatly multiply your pain in childbirth, in pain you will bring forth children; yet your desire will be for your husband, and he will rule over you". And to the man he said: "Since you listened to your wife and ate from the tree whose fruit I commanded you not to eat, cursed is the ground because of you; you will eat from it by means of painful labor for the rest of your life, it will grow thorns and thistles for you and you will eat the plants of the field. By the sweat of your brow you will eat bread, till you return to the ground you were taken from, for you are dust and to dust you shall return!". - Genesis 3, 14-19
                           

(This quote was chosen by Stefania Gagliano)

 

The Third Universal Law: the Law of Vibration “Nothing rests; everything moves; everything vibrates."

Il Kybalion

 

“Nothing is created, nothing is destroyed, everything transforms.”

Antoine-Laurent de Lavoisier

 

“A beginning never disappears, not even with an end.”

Harry Mulisch

 

(These quotes were chosen by Roberta Savani)

“Death is just a change of clothes” claims Roberta Savani. It is funny: if I should define death I would say that is the unavoidable conviction inflicted by life. I would say that our first breath was our first step towards death, that we are decaying, day after day.

Death is not the focus of my works. Rather it is mutability, not only physical and therefore objective but also and especially the one of our inner self, of our emotions, of our feelings, of our perception and view of life. Futility since everything we are responsible of is destined to be corrupted, to vanish, to be replaced by a new thought or a new state of mind… or by dust.

In the flow, in mutability, I believe there is a strong contact point with Roberta. The end of the pyshical body won’t be a decline, of course. Rather a transformation.

 

Futility, mutability, change, they all have got a precise purpose. There is no loss in her, but energy transition.

According to Roberta Savani: “Life on Earth is the lowest step, the Physical Body (that actually is not physical but only Energy), is the heaviest thing hindering us and limiting our great potential and manoeuvre margin.

Our powers, made sleepy when we consciously chose to undertake this adventure, when we free ourselves will start to emerge from our memory and memory will eliminate the fear of Physical Death. No Time, no Space, no End.”

Death is just a change of clothes exactly because the body is only an obstacle, a constraint to our spirit, that would have all the potential to fly if only wasn’t so fastened to Earth, if only wasn’t so accustomed to wear that skin and bone coat, if it let himself go to his greatness.

According to Roberta, when someone dies we are not losing that person but just his “shell”. In my opinion instead, soul and body are absolutely not two unconnected entities. On the contrary, soul is just one of the multiple names that man had to invent to console himself from his finiteness.

“Till death do us part” does not hint to a promise but to a significant opinions divergence, that Roberta and I have observed during our dialogical path undertaken in these months of knowing each other.

From this contrast arose the dialectic, from our differences the mutual enrichment.

 

stella (Stefania Gagliano)

Our thanks go to Mr. Po Ivo, Gaetano Zanoli, Rita and our Families.

A special thanks goes to Arianna Martinelli for the english translation.

 

Roberta Savani - Disegni - 'Oltre'
Roberta Savani - Disegni -
'Finchè Morte non ci separi' - Carpi Italy
Roberta Savani - Disegni -
'Finchè Morte non ci separi' - Carpi Italy
Roberta Savani - Disegni -
'Finchè Morte non ci separi' - Carpi Italy
Roberta Savani - Disegni -
'Finchè Morte non ci separi' - Carpi Italy
Roberta Savani - Disegni -
'Finchè Morte non ci separi' - Carpi Italy
Roberta Savani - Disegni -
'Finchè Morte non ci separi' - Carpi Italy
Roberta Savani - Disegni -
'Finchè Morte non ci separi' - Carpi Italy

© 2019 Roberta Savani - All rights reserved

  • w-facebook